un bel gioco

A chi non è mai venuto in mente di giocare con la propria compagna alla:” putanella ed il cliente”, Una sera di ritorno dalla disco abbiamo voluto provare “l’effeto che fà” , erano ormai le 2 di una non caldissima notte di maggio, lungo la strada un gruppo di prostitute, molti i clienti che a quell’ora si fermano, decidiamo di iniziare il gioco, lei scende dall’auto indossando una maglietta binca molto scollata ed una mini cortissima nera scarpe con zeppa altissima, io mi allontano per osservare la scena, si fermano un paio di auto, lei fa finta di contrattare,

poi ritorna in macchina con me e ride “ti è piaciuto che si fermassero” mi chiede io ovviamente ne sono compiaciuto e molto eccitato ” e…se uno si ferma e mi carica” mi chiede “ma figurati non saliresti mai con uno che non conosci” rispondo io “scometiamo” e cosi la sfida è lanciata lei non ama perdere le scommesse scende e lasciandomi senza parole si toglie la maglietta rimanendo in reggiseno e mini, poi si toglie anche il reggiseno e la gonna rimanendo in perizzoma autoreggenti e scarpe, senza che havessi il tempo di fermarla attraversa la strada e si mette sotto ad un lampione, immediatamente si forma una coda di auto per osservare quella bella ragazza quasi nuda sul marciapiede, dopo una decina di minuti di contrattazione mi guarda e sale in un fuoristrada, naturalmente mi prende il panico “cosa ci fà la mia ragazza quasi nuda in macchina con un estraneo alle 2 di notte?” mi chiedo e inizio a seguirli, svoltando per una stradina di campagna ,si fermano in uno slargo tra i vigneti spengo i fari ,scendo e mi avvicino all’auto nel frattempo lei è scesa, dall’auto, scende un uomo, poi un’altro e anche un terzo, tre uomini sulla cinquantina ,brizzolati e muscolosi. uno dei tre la prende per i capelli e la costringe ad
inginocchiarsi davanti a loro ,si abbasano i pantaloni e la costringono a fargli un pompino a tutti e tre ,lei all’inizio cerca di opporsi ma poi vedo che comincia a succhiare quei grossi cazzi in maniera voluttuosa prendendoli con due mani e succhiandoli da vera professionista sotto lo sguardo divertito dei signori, poi la mettono a 90à sul cofano dell’auto ed uno alla volta se la scopano, lei resiste aggrappata al cofano dell’auto a quelle ripetute e insistenti spinde lamentandosi per la violenza dei colpi ricevuti “stai zitta che il meglio deve ancora arrivare” le intima uno dei tre ridacchiando dopo haverla fatta sedere sul cofano, ed havergli aperto le gambe cominciano a frugargli tra le gambe con le dita facendogliele inumidire nella sua bocca prima, continuano cosi a”giocare” per una decina di minuti, poi la fanno mettere a “quattro zampe” nell’erba e le dita questa volta gliele infilano nel culo, lei non oppone nessuna resistenza,anzi allargando di piu le cosce cerca di facilitarne l ‘ingresso. lamentarsi e resistere non servirebbe a nulla e forse a lei questo situazzione piace, provo a pensare che per lei trovarsi nuda in balia di tre estranei di notte che la stanno facendo godere sia estremamente eccitante,mentre faccio questi ragionamenti vedo che uno si è abbasato nuovamente i pantaloni e si stà inginocchiando dietro a lei punta la sua grossa cappella sul buco del culo e con un gesto energico e deciso lo infila tutto dentro tra le urla di dolore di lei e le risate degli altri due, continua a pompare per alcuni minuti, le sue suppliche per farlo smettere, accentuano l’eccitazione dell’uomo che pompa sempre piu forte prendendola e sollevandola per i fianchi, per facilitare la completa penetrazione del suo lungo e grosso cazzo, esce appena in tempo per venirgli sulle chiappe, non passano 5 secondi che già un’altro ha preso il suo posto ricominciando forsennatamente a pompare detro quel culetto ormai sfondato, la storia poi si ripete per la terza volta, alla fine gli chiedono se gli è piaciuto, lei abbozza una risposta , ma ormai è esausta, decidono allora di sottoporla ad una tripla penetrazione , uno steso a terra lei sopra uno dietro e unaltro in piedi davanti a lei, continuano cosi a scoparla in tre per un lungo periodo, lei non ha piu la forza di lamentarsi e si abbandona completamente nelle mani dei tre uomini fino alla fine.
cosidopo quasi due ore la riaccompagnano in strada dove l’havevano raccolta, con in mano il perizzoma e 3000 euro :”pensavo fosse uno scherzo dei tuoi amici per quello sono salita con loro tranquilla” mi dice con un filo di voce mentre si avvicina camminando a fatica sugli alti tacchi con le gambe allargate e con le sole autoreggenti addosso

ricerche relative

| pornoracconti

Lascia un Commento