serena (2)

Ciao sono Claudio fidanzato di Serena vi volglio raccontare unaltra storia che ci è successa Un nostro amico cameriere ci ha invitato ad una festa a casa di un suo amico E cosi ci troviamo in un bel sabato sera di luglio a casa di questo signore,tutti in abiti eleganti e le signore in lungo, io bermuda e magletta, Serena: top nero cortissimo con 3 botoncini aperti davanti una minigonna bianca aderente cortisima e traprente tanto da intravvedere il perizoma color carne e sandali allaciati alle caviglie capelli neri lunghi e sciolti , appena arrivati sento gli occhi di tutti addosso sopratutto a lei,

dopo il primo momento di imbarazzo entriamo nel vivo della festa mangiando bevendo e ballando, proprio ballando Serena attira l’attenzione di un gruppo di distinti signori con i suoi movimenti sexi e la mini che gli saliva vertiginosamente fino a sopra il culo. dopo un po ci allontaniamo verso la piscina per limonare, ci accorgiamo che nel frattempo che l’amico cameriere ed il padrone di casa ci osservano,io gli faccio un cenno e loro si avvicinano subito il padrone di casa si siede vicino a Serena che nel fratempo si era alzata ,in segno di rispetto, comincio a parlare con il nostro amico lasciando Serena a conversare con il proprietario e vedo che la sua mano comincia ad accarezzare la gamba di serena e sale dalla caviglia fino a sotto la minigonna lei sorride e gli si siede a fianco e comincia a massagiargli la patta già gonfia dopo un po li raggiungo anchio Serena ritrae la mano ma luomo continua ,anche in mia presenza a toccarlle le gambe,mi giro per far finta di non avere visto e scopro che ci sono altri 5 uomini seduti dietro che osservavano la scena, arriva anche l’amico cameriere con altri 2 amici mi fa cenno di seguirlo e con una scusa mi porta dentro dove mi presenta una sua amica, una signora sui 45 brutta e antipatica lui nel frattempo esce e si dirigge verso la piscina. io ho dovuto sorbirmi circa 20 minuti di discorsi, ma il mio pensiero era a Serena e a tutti quegli uomini che erano li fuori,appena libero corro fuori ma non trovo piu’ ne lei ne tutti gli altri uomini, allora un dubbio mi assale, cominciai a girare per tutto il grande parco della villa ad un certo punto sento delle urla e risate maschili provvenire dal capanno mi avvicino e da una finestra guardo dentro e con mia grande sorpresa vedo Serena al centro della stanza vestita solo che con i sandali ed il top e tutti attorno che toccano qualcuno la stà masturbando mentre unaltro gli ha ficcato 2 dita nel culo non riesco a vedere tutto perche la tenda mi chiede la visuale ma poi cambio angolazione e riesco a contare 15 uomini tutti ancora parzialmente vestiti, allora entro io e mi avvicino a Serena, nel capanno scende un silenzio di tomba, gli sbottono quei 2 bottoncini e gli sfilo il top che ancora le teneva coperto il prorompente seno sodo con i capezzoli gia duri dall’eccitazione e mi sposto sedendomi nel divano poco distante ad osservare la mia fidanzatina , lei si inginocchia e 2 uomini gli mettono il cazzo in bocca poi altri 2 cominciano a dilatarle i buchi con le dita e 5 uomini completamente nudi con dei cazzi dritti sono pronti a penetrarla conteporaneamente 2 poi tentarono di incularla insieme ma le dimensioni dell’ano non lo permettevano allora lei per distogliere i due dall’operazione comincia a masturbarli ma subito unaltro prende il suo culo vedo cosi Serena che masturba due cazzi ne spompina altri due mentre altri a turno le riempiono i buchi davanti e dietro e cosi comincia una serata che vede Serena per almeno 2 ore al centro delle voglie e perversioni di questi 15 signori di eta compresa tra i 45 e 55 anni, faceva un po di impressione vedere una ragazzina di 23 anni scopata in modo continuativo e violento da tanti uomini maturi dell’età del padre,però lei non era mai in difficoltà anzi a volte li prendeva pure in giro per le dimensioni un po ridotte di alcuni, ma alla fine quando tutti se la furono scopata piu volte in figa in bocca e inculata la portarono in piscina la buttarono dentro per pulirla dalle numerosissime sborrate che aveva preso anche in faccia e poi mi dissero è stato bello ma ora dobbiamo tornare dalle nostre signore, uscita dall’acqua si rivesti e ancora umida andò a ballare proprio vicino a quelle rispettabili coppie

Lascia un Commento