Manuela in discoteca

Decisi una sera di portare Manuela in una discoteca in riva al lago tra le colline di una nota località turistica, organizzarono la serata due nostri amici Luca e Marco, conosciuti a capodanno in discoteca…, ci aviaammo un giovedi sera di novembre verso la località, entrati ci fecero accomodare nel nostro tavolino riservato, Manu dopo un po ci disse :”vado al bagno” si avvio, intanto noi davamo un occhiata al locale, con angoletti molto intimi e divanetti di velluto rosso, Manu usci dal bagno una mezzora dopo completamente cambiata

via la giacca nera ed i pantaloni bianchi: trucatissima capelli raccolti a coda indossando un top di pizzo nero trasparente come la mini ,che non lasciavano nulla al’imaginazione, scarpe con tacco a spillo altissimo e autoreggenti color nero, un bel spettacolo commentarono luca e Marco girandogli attorno, si sedette in mezzo a noi acavallando e mettendo in mostra le sue splendide gambe, Luca e Marco mi dissero subito “possiamo organizzare qualcosa per Manu” lei eccitatissima diede il suo consenso ed io anche Marco torno dopo poco dicendomi “lasciamola seduta qui da sola e stiamo a guardare” dopo poco arrivo un ragazotto dai metodi un po rozzi ma timido che si sedette con lei offrendole un bicchiere per un po converso poi inizio a tastargli le gambe,lei stava al gioco ed il ragazzo si spinse un po piu in su lei allargo le gambe e lui le massaggio la fichetta dopo un po Manu gli chiese se era da solo lui rispose che era con dei colleghi di lavoro,che subito si fecero avanti, dicendo al ragazzo di presentare anche loro, Lei allora si alzo e andò verso di loro presentandosi e indicando noi che nel frattempo stavamo guardando la scena, mi avvicinai e dissi “conoscete già Manuela? è una brava ragazza un po troia ma brava” Luca e Marco mi guardarono ridendo io intanto feci cenno a Manu di passarmi davanti e alzo le braccia gli sfilai il top e la mini lasciandola in autoreggenti e scarpe al cospetto degli uomini che guardavano estasiati poi rivolgendomi ad essi gli dissi ” ve la cedo e ve la lascio qui per un po fatene buon uso” mi guardarono compiaciuti lei intanto si avvicino al piu vecchio del gruppo, un grigione sui cinquanta gli slaccio i pantaloni ed inizio a fargli una sega poi si inginocchio e lo spompino in breve gli furono tutti attorno con il cazzo in mano per farselo succhiare, lei un po per volta accontento tutti mettendosi in bocca il cazzo di tutti, poi si alzo e si mise con le gambe belle dritte pigata a 90° con la mano si apri bene la fichetta subito iniziarono a penetrarla a turno, uno mentre la scopava li infilo un dito nel culo lei non si lamento anzi mugolando di piacere fece capire che la cosa gli era gradita, tolse allora il cazzo dalla fica e glielo fece entrare nel culo, lei lancio un urlo di piacere, per non farla urlare troppo uno gli tappo la bocca con la mano ma subito la mano fu sostituita da un bel cazzo che lei inizio a spompinare avidamente, a turno dietro continuavano ad incularla a ritmo sostenuto faccendogli ballonzolare le belle tettine sode, poi decisero di sottoporla a penetrazioni multiple infilandogli simultaneamente cazzi nel culo nella figa ed in bocca, per quasi due ore la montarono e la scoparono in 8 , senza mai risparmiarsi lei si concesse a tutti soddisfando le loro voglie al termine si rivesti con quel poco che aveva e ci raggiunse dicendomi “mi sento una troia e mi faccio schifo ma ….e stato bellissimo grazie”

ricerche relative

| racconti erotici moglie in discoteca

Lascia un Commento