Manuela e suo padre

Ho scoperto che io ed il padre di Manuela abbiamo qualcosa in comune
Una sera vedo manu un po strana allora gli chiedo il motivo e lei mi racconta cosa gli è sucesso due settimane fà Una sera mia padre mi chiede se lo accompagno ad una cena a casa di amici di vecchia data, io acetto, anche perche quando esco con il mio papa mi diverto sempre e lui ci tiene ad avermi al suo fianco abbiamo un ottimo rapporto e lui è anche un bel uomo maturo e fisicato Gli chiedo come mi devo vestire e lui mi risponde “come vuoi ….come di solito” io so che a lui non dispiaccio quando mi vesto in un certo modo, decido allora di indossare un miniabitino in laycra bianco e nero molto aderentee corto,

scarpe con tacco 12cm e autoreggenti color grigio scuro, sopra una mantellina nera di lana ,trucco e capelli sciolti , quando mi vede esclama “whauu che meraviglia la mia bimba chissa i ragazzi cosa diranno” Arriviamo e una volta entrati e presentati i suoi 5 amici subito gli fanno un mare di complimenti “che bella figlia che hai ma sei sicuro sia tua figlia?” esclama il padrone di casa ridendo, subito mi sento al centro di molte attenzioni e gentilezze da parte dei presenti, ceniamo e conversiamo amabilmente, al termine della cena mi chiedono se posso preparare i caffe ,io oviamente accetto e mi alzo dal tavolo e mi accorgo che la gonna e salita fino a scoprire la autoreggenti ,in un attimo tento di ricompormi senza fare notare l’imbarazzo e mi avvio, dalla cucina sento i loro commenti ” Sai che hai propriio una bellissima figlia io me la ricordo da piccolna ma ora…” dice uno e un’altro aggiunge “ora è proprio un gran pezzo di figliuola lo dico senza offesa eh!” lui risponde ai commenti ” si ..si ..lo so è proprio bella e anche brava in casa fa tutto lei lava stira prepara è proprio da sposare eppoi….. è di una bellezza esagerata lo vedo da come la guardano tutti ,poi lei si veste sempre cosi minigonne magliettine e …..vi confesso …che ….anche se è mia figlia…” ” nno penso ci sia nulla di male se un padre desidere la propria figlia” aggiunge un altro ,si interrompono quando arrivo con il vassoio dei caffe e tutti mi guardano con un aria diversa da prima, appoggio il tutto sopra al tavolino e sento una mano calda che mi sale dal ginocchio fino ad arrivare sotto la gonna , mi giro ed è la mano di mio padre ,poi mi premde per una mano e dice “senti amore siediti qui sulle ginicchia di tuo papà” io mi siedo cercando di non fare salire tropo il già cortissimo abitino ma lui infila la sua manona sotto allla gonna vanificando i miei tentetivi di coprirmi ,sale e scostandomi i lperizzoma mi masaggia la fichetta fiche non la sente inumidirsi sotto le sue mani “ma papà cosa fai”gli chiedo ,lui con delicatezza e dolcezza mi accarezza i capelli ed il viso, io lo abbraccio e gli bacio la fronte lui allora inizia a fer entrare ed uscire le lunghe ditta dalla mia fichetta mi masaggiia il clito, sempre sotto lo sguardo silenzioso dei suoi 5 amici , li sento ansimare a 1 metro da me , lui continua fino a farmi venire poi mi chiede di inginocchiarmi davanti a lui io lo faccio subito lui estre dai pantaloni il suo lungo e grosso pisellone, e mi chiede di metterlo in bocca “ma papa devo proprio” chiedo io , ” si amore mio fammi vedere quanto brava sei” prendo con entrambe le mia manine piccole e ben curate il grosso membro paterno e lo scapello un paio di volte la terza in maniera piu vigorosa fino alla base del glande che e diventato lucido e violaceo “ti faccio male papà” “no amore fai forte e mettilo tutto in bocca” inizio a leccarlo tutto facendo scorrere la lingua dalla base fino alla capella gia bella turgida lecco un po anche le palle ,lui allora mi prende i capelli e li raccoglie a coda e li sposta da un lato ,per dare modo agli altri cosa gli stavo facendo ,continuo cosi a succhiarlo e leccarlo per un bel po e seto la sua mano che mi palpa il culo ,sento all’improvviso il cazo diventare durissimo nella mia bocca e la capella mi scoppia in bocca inondndomi di sperma, io allora succhio ed ingoio tutto cercando di non farne uscire nemmeno una goccia, poi lucido anche la capella con sapienti colpi di lingua, i 5 guardano eccitatissimi la scena, mio padre si ricompone dandomi dei colpetti sul culo dicendomi “brava la mia stellina è proprio brava” mi alzo anchio e mi sistemo la gonna ,ma lui si alza e mi fa sollevare le braccia “perche?” chiedo io ” non ti preocupare fai come dice papi” mi risponde lui alzo le braccia e lui con gesto lento ma deciso mi prende il vestito e me lo sfila poi mi slaccia il reggiseno e mi sfila anche il perizzoma, lasciandomi con le autoreggenti e le scarpe li in mezzo a loro , che non credono ai loro occhi, si rivolge ai 5 amici dicendogli “ragazzi questa e la mia bambina se lei è daccordo io ve la affido e gli fate fare quello che volete” poi mi guarda negli occhi “vero che possono farti tutto quello che vogliono” “si papà certo quello che vuoi tutto e che vogliono loro ” risposi io, mi presero cosi tutti e 5 mi ,fecero spompinare i loro cazzi mi infilarono le dita ovunque mi scoparono in tre alla volta mi sottopsero e doppie e triple penetrazioni, mi infilarono i loro cazzi contemporaneamente in culo nella figa in bocca, poi mentre ero penertata ovunque trovavano il sistema di mettermeli anche in mano e io dovevo segarli, mio padre a pochi passi vigilava , controllava e diriggeva i lavori in maniera che tutti potessero soddisfare i loro piaceri e perversioni con una splendida figheta di 20 anni quale sono, ogni tanto mi diceva “su dai bambina mia fai vedere quanto sei brava a prendere cazzi a questi bravi signori “ridendo , alla fine qundo tutti e 5 ,sfiniti si ritirarono , anche mio padre decise di incularmi e lo fece sotto lo sguardo divertito dei suoi amici, alla fine mi fecero fare una doccia e mio padre mi riportò a casa . tornando dissi amio padre che per me essere scopata da molti uomini piace e ch lo sapeva anche Pablo , alora lui rispose che prossimamne te si poteva organizzare qualcosa con lui

ricerche relative

| raccontieroticifiglie| racconti di figlie puttane| racconti erotici manuela e suo padre| amica padre inculata racconti

Lascia un Commento