Manuela, Alberto e le mie corna

Per gioco io e la mia ragazza ci siamo messi a chattare. Scherzando abbiamo incontrato un tale alberto che ci ha fatto una proposta oscena. Voleva scoparsai la mia ragazza. Coperti dal segreto della chat gli abbiamo fatto screde che se la sarebbe fatta e lui riuscì a convincerci a farlo al cell. Lo chiamammo noi e fu bnravissimo ad eccitare Manuela. Manuela è una bella ragazza, capelli neri bruni fino al sedere snella una bella terza di seno e labbra carnose, diciamo pure una bella scopata, ma siamo insieme da 10 anni e ha conosciuto sessualmente solo me.


Alberto la fece godere molto al cell. Per quella volta finì lì. Poi il giorno dopo fu Albewrto a chiamare, io e Manuela stavamo ancora insieme, lui la scopò di nuovo al cell e poi tentò di convincerci a farlo sul serio. La nostra risposta fu un No secco. Ma appena attaccata la conversazione iniziammo a pensarci.
Dopo quialche settimana di scopate al cell Manuela mi chiese di farlo sul serio, disse “che ci costa amore, magari è un modo più bello per godere!” Lì per lì mi arrabbiaa, ma la cosa iniziò ad eccitarmi. Così un giorno le dissi “Proviamo”. Chiamammo Alberto ed organizzammo a casa sua.
Ci incontrammo a Torre del Greco, in piazza, lui fece bei commenti su Manuela e Manuela a vederlo così muscoloso sbavava, nel tragitto fino a casa sua aggiunse poi “quando ti ho detto di averlo di 24 cm è vero”. La mia ragazza arrossì. Io non potevo reggere il confronto.
Mentre guidavo loro iniziarono a baciarsi,. fui io a dire “ragazzi piano, tra poco arriviamo”.
Arrivati a casa di Alberto neanche il tempo di enbtrare e già sulla porta Manuela era avvinghiata a lui a baciarlo. Appena entrati c’era la cucina e lui la spogliò e la sistemò sul tavolo. la leccò tutta e la fece venire per la prima volta. Io ero sgomentato e deccitato a vedere una scena del genere. Manuela gambe all’aria, nuda, con uno sconosciuto che la leccava e toccava in tutto il corpo e che godeva da pazza. Come venne disse alberto, “merito un regalo”. La prese per i capelli e la fece inginocxchiare. Il regalo sarebbe stato un pompino. Manuela glielo massaggiò sui pantaloni, poi aprì la lampo ed infilò la mano dentro. “sembra veramente grosso” gli disse. Lui si abbassò i pantaloni e i boxer e disse “giudica tu”. manu ebbe un sussulto, non era abituata a cazzi del genere. “che fai troia, fai vedere al tyuo ragazzo come mi spompini”. cposì dicendo alberto le prese la testa e la guidò al cazzo. la scopò in bocca a lungo, Manuela sukkiava con avidità, io quasi non la ricon
oscevo, lui le chiedeva se le piacesse e lei gemeva si si e continuava a sukkiare. Stava per venire le tenne ferma la testa e la spinse a se con più forza, Manuela quasi si stava affogando con quella bestia, disse “ferma così che ora ti faccio un regalino”. Presa dalla sukkiata Manu non capì di che regalino si trattasse, altriemnti si sarebbe scansata, perchè a me non ingoia mai. Continuò invece a segare e sukkiare e Alberto le inondò la bocca tenendole ferma la testa, le otturò il naso, spinse la sua testa all’indietro e l’obbligò a bere.
Anche io venni nel vedere tutta quella sborra che colava sul viso della mia ragazza e il suo viso disgustavo per quella che aveva ingerito, aveva sborra anche sui capelli. lui la fece alzare e le disse “troia vattia a sciacquare altrimenti poi non ti bacio più” e le indicò il bagno.
Manuela uscì dal bagno nuda e profuimata, Alberto la portò in camera sua, la fece stendere sul divano, le allargò le gambe e passò una mano sulla figa “sei ancora bagnata troia” poi rivolto a me mi invitò a sedere di fronte per farmi vedere come mi avrebbe fatto godere la mia futura moglie (ci saremmo sposati 6 mesi dopo).
Le disse “sei ancora bagnata troia” e la penetrò con forza senza preservativo, manu non fece neanche in tempo a dire ti prego metti il preservativo che lui era già dentro dicendo “una troia come te va scopata senza e sborrata dentro”.
era bellissimo vedere la mia ragazza a gambe aperte subire quella bestia dentro di se, alberto scopava con forza e mentre la scopava la chiamava troia e puttana io venni un’altra volta a vederla montata da quell’animale e mentre andai in bagno a sciacquarmi sentivo ancora Manuela gemere sotto Alberto. Uscito dal bagno la trovai sulla scrivania gambe aperte co nAlberto che ci dava dentro. MAnu venne altre due volte, Alberto le venne dentro urlando “dai troia ti metto incinta pure”. La mia ragazza ormai in preda all’estasi si lasciò venire dentro. Lui però ci tenne a precisare “non pensare che mi sono saziatao” e la sbattè sul pavbimento dove se la kiavò ancora, venendogli ancora dentro e poi sul seno. Manuela ormai era schiava di quell’uomo, che mi chiese “che ne pensi se me la faccio in culo alla tua ragazza? Me lo dai il permesso?” Manuela rispose “dietro è intatto ancora”. “allora sarà un piacere romperlo” disse alberto e senza aspettare il mio permesso la girò suklla scriv
ania, le bloccò le mani dietro laschiena e appoggiò il suo enorme kazzo sul buchetto del kulo di manuela. “stai promnta che farà male” le disse. entrò per pochi centimetri e Manu già urlava dal dolore “è molto stretto2 disse e diede un colpo potente e poi un altro, in 3 colpi era entrato per 24cm! M;anu aveva le lacrime, ad ogni colpo gridava “ti prego basta, fottimi davanti, fai male” e più urlava e più il colpo dopo era forte, la scopò in culo con difficoltà per 10 minuti poi lo sfintere si era allargato ed entrava con più facilità, anche Manuela inziò a godere. La prese in kulo per più di trenta minuti. te la sto rompendo ripeteva, sono uno stallone, la mia ragazza aveva solo la forza di urlare e subire quella bestia nelle natiche.
Fu scopata in culo tre volte prima che lo stallone si sazziasse. Manuela era sfinita quando volle prenderla per l’ultima volta in figa. Non so quanti orgasmi ebbero. Manuela alla fine della scopata mi baciò e disse grazie amore, ora mi sento donna.
Oggi che siamo sposati Alberto mi chiava ancora la fidanzata e a volte porta anche qualche amico. A capodanno di quest’anno mentre io sparavo i fuochi in 3 si sono chiusi in stanza con Manuela che ormai ha accumulato molta esperienza.

ricerche relative

| racconti di zie vere troie| Racconti molto arrapanti di mogli offerte| racc erot lo stallone della discoteca

Lascia un Commento