l’amico caro

ciao sono roby, ho 35 anni e faccio l’elettricista da 20. i problemi di coppia sono un po’ come tutti di avere una moglie gelosa che te la da una volta al mese niente sborrate in bocca ne tanto meno prenderlo per il culo. cos’ha di stano il mio lavoro? nulla ma da quel giorno che ho conosciuto un tipo mi ha cambiato la vita. lui e un gigolo’ benestante di famiglia nobile, fraquantatore del circolo dove anch’io sono socio. un giorno mi disse che gli dovevo fare un lavoretto a casa, praticamente montargli delle telecamere in camera da letto per poi rivedersi ovviamente di nascosto alle sue parntes.


gli feci un sconto extra e gli dissi di farmi vedere qualche signora del paese all’opera,lui acceto’ tutto contento del lavoro fattogli.
quel giorno arrivo’ e andai da lui per vedere un filmino della capo troia del paese. andai a casa sua e mi disse come l’aveva conosciuta praticamente nel super mercato sotto casa mia, allora gli dissi la conosco sicuramente. ci siamo seduti spinse play, eccotela davanti mia moglie feci un sobbalzo dalla poltrona lui non sapeva che era mia moglieera vestita con un corpetto nero di pelle con le tette da fuori 4 di seno immaginate, e con il perizzoma che lei mi aveva sempre detto di odiarlo.lui si accorse che qualcosa non andava, ma io mi riconposi subito e mi godetti lo spettacolo.
vederla all’opera era eccitantissimo l’amoco uveva una mazza spropositata al le la succhiava come non aveva mai fatto con me, poi lui strillo’ sborro e lei continuando a succhiare si fece sborrare in bocca senza sprecare un goccia se l’ingoio’ tutta io rimasi eincantato anche nel sentire i commenti dell’amico che diceva che una pompa cosi’ non l’aveva mai ricevuta. pulita bene la mazza la troia di mia moglie gli urlo lo voglio in culo ed io per poco non ci rimanevo per infarto, vedrla mettersi a pecora e allargarsi le chiappe per facilitare l’inculata dentro di me mi chiesi se avevo sposato una troia cioe’ quello che sempre ho sognato.
finito il film dissi all’amico se mi poteva darei la cassetta, lui me la diede ma si raccomando’ di ridargliela perche’ era la migliore che avesse mai fatto.
tornai a casa e dissi a mia moglie ingnara di tutto che avrei voluto vedere un film porno e rifare le stesse scene del film. lei mi mando subito a fanculo ma io insistetti e quando la convisi, non vi dico la faccia .
corse subito in camera si allungo’ sul letto e si mise a piangere, la raggiunsi subito e le dissi che era inutili piangere e che era la troia dei miei sogni.
mi fece un sguardo fulminio, io preso dall’eccitazione di lei, mi avvicinai a lei le presi e capelli tirati con forza verso il mio cazzo duro e le dissi adesso succhia troia che ti voglio inondare la gola di sborra. inizio’ a pompare come una vera professionista ed ora da quel girno scopiamo come ricci e a volte anche con l’amico caro.

Lascia un Commento