la zia porca

: La storia che vi sto per raccontare è talmente incredibile che nemmeno io ci credo eppure mi è accaduta per davvero.
Mi zia si chiama Anna e devo dire che è davvero una gran figa, ha quasi quarant’anni, alta poco più di 1.60, capelli corti castani, occhi chiari, una 4° abbondante di seno e un culo non perfetto ma comunque molto apprezzabile.
Devo confessare che è sempre stata nelle mie fantasie erotiche più porche, ma non avrei mai pensato che queste fantasie si avverassero, lei è sposata da diversi anni e non la vedo molto spesso.

Un giorno dell’estate scorsa ero solo in casa e come spesso facevo, essendo single, mi stavo facendo una sega ero nel momento di massimo eccitamento quando sentii suonare alla porta, mi rivestii velocemente e andai ad aprire, mi accorsi che era proprio lei.
Le aprii la porta e mi guardò in modo strano forse perché ero rosso e scombinato e anche un po’ incazzato per non aver completato quella sega.
Mi disse che doveva parlare con i miei genitori, io gli dissi che erano usciti e che sarebbero tornati entro poco e la invitai ad accomodarsi nell’attesa.
Suonò il telefono erano i miei che dicevano di essere bloccati nel traffico e che non sarebbero tornai prima di un’ ora o un’ora e mezza. Mia zia stava per andarsene ma io la convinsi a rimanere ad aspettare anche perchè era vestita in modo arrapate con una camicetta bianca che lasciava vedere chiaramente il reggiseno nero che aveva sotto e una minigonna fantastica con scarpe con tacco a spillo.
Il mio cazzo era ancora in tiro ed io ero tutto rosso, lei forse se ne accorse ma fece finta di niente, lei accese la tv e mi accorsi che era ancora sintonizzata sul canale porno che come al solito stava trasmettendo come al solito un film dove i protagonisti si scopavano, io diventai ancora più rosso e non sapevo che dire, lei disse subito:
-Alla tua età guardi ancora queste cose? Ti fai ancora le seghe? Dimmi la verità te ne stavi facendo una prima che arrivassi? Ma non hai la ragazza con qui fare queste cose?
-No
-Da quanto tempo non scopi?
-Saranno 2-3 mesi
-Mi sa che ci deve pensare la tua zietta!
All’inizio non capivo ma quando si chinò sul mio cazzo e slacciò i pantaloni mi fu tutto chiaro, tirò fuori il cazzo già in tiro e già lubrificato e lo prese in bocca dicendo:
-Che cazzo bello grosso che ha il mio nipotino adesso lo spompiniamo per bene!
Si tolse la camicia e il reggiseno e tornò a succhiare il cazzo, dopo un paio di minuti inondai le gigantesce tette delle zia con una sborratta pazzesca a causa dell’eccitazione accumulata e della sega lasciata a metà, a quel punto mi disse
-Fammi godere come una troia
Io le alzai la minigonna e dopo aver spostato il perizoma le leccai la figa leggermente pelosa e già bagnata, infilai prima un dito poi due fino a quando raggiunse l’orgasmo.
A quel punto preso dall’eccitazione mi prese il cazzo e se lo infilò nella figa, io iniziai a stantuffarla prima nella posizione tradizionale poi decise di mettersi sopra di me e iniziò a saltare sul mio cazzo dopo una ventina di minuti lo tirai fuori dalla figa appena in tempo per riempirle la faccia di sborra.
Dopo avermi ripulito il cazzo con la lingua mi disse:
-Adesso mettimelo nel culo
-Non lo mai fatto
-Non ti preoccupare ti faccio vedere io vedrai che ti piace
Si mise a pecora e con il mio cazzo in mano se lo punto nel culo io inizia a spingere e dopo una leggera resistenza glielo infiali tutto e raggiunsi l’orgasmo per la terza volta sborrandogli sul culo.
Mi stavo per rivestire quando lei si avvicinò ancora al mio cazzo e inizio a farmi una nuova sega il mio cazzo venne ancora in tiro e dopo un quarto d’ora di leccate le sborrai nuovamente in faccia, lei ripulì ancora il cazzo si tolse le sborra che aveva addosso e si rivesti.

ricerche relative

| racconti erotici di suocer in calore

Lascia un Commento