la vicina

Qualche mese fa una coppia di giovani è venuta ad abitare nell’appartamento di fianco al mio:lui un libero professionista(spesso fuori per lavoro),lei una maestra d’asilo.Una donna veramente molto bella:occhi verdi,mora,non molto alta,ma ben fatta!Un seno formidabile,sempre ritto,anche quando la incontravo sul pianerottolo per buttare la spazzatura,in pigiama,senza reggiseno… e quelle due tette fantastiche sembrava mi parlassero.Lei se n’è accorta dopo qualche settimana e una sera (quanto avevo sognato quel momento!),

ha suonato alla mia porta chiedendomi se avevo del latte per fare una crostata.Naturalmente il latte,se non l’avessi avuto,l’avrei chiesto a tutto il palazzo,pur di accontentarla.Fortunatamente nel frigo c’era!Dopo un’oretta (le 22 circa),il campanello suonò ed era nuovamente lei alla porta:voleva ringraziarmi offrendomi un pezzo di crostata e mi invitò a casa sua.Indossava una canottiera rosa e un paio di pantaloni dell’adidas,che mostravano il suo fondoschiena di marmo.Mi fece entrare e accomodare nella cucina.Io ero agitatissimo,non sapevo cosa dire e come comportarmi e,soprattutto,non riuscivo ad evitare che il mio sguardo si concentrasse sulle sue forme perfette.Ruppe lei il silenzio:”Scusa il disordine,ma quando sono a casa da sola,mi lascio un po’ andare…” -suo marito non era in casa e la mia agitazione stava aumentando- mi dette un pezzo di crostata buonissima e un bicchiere di acqua,lei non la mangiava,mi disse che preferiva farle e mi fissava,mentre io mordevo quella fetta.Cercavo di farlo nel modo più elegante possibile,ma come sempre accade,proprio n quelle occasioni succede che si combinano i casina e così mi cade un po’ di marmellata sulla sedia: “Ho combinato un casino!Cavolo!”
Lei: “ma no!non ti preoccupare,succede.Pulisco subito,così non rischi di sporcarti i pantaloni” …si allontano per prendere una spugna e io pensando alla sua risposta non esitai a prendere un pò di marmellata e sparmarmela sul cavallo dei pantaloni.Eccola!Sorridente,bella più che mai:avrà una trentina d’anni,forse 35,io solo 25,ma si sa che in questi ultimi tempi le donne preferiscono l’uomo più giovane e poi mi ritengo un bel tipo!Mi alzo,inizia a pulire la sedia,poi alza la testa: “ecco vedi,non era niente… ah,ma aspetta,ti sei sporcato!” …senza pensare,inizia a sfregarecon la spugna sui miei panataloni e contro il mio membro che in pochi istanti si irrigidì come mai prima.Io,istintivamente e inconsciamente,le presi la mano e la invitai a massaggiare più energicamente… Non una parola:il mio sangua si gelo!Lei mi sbottono i pantaloni e prese fra le sue dita quel mio grosso fallo… disse: “però…”, mi guardò, mi sorrise con la bocca socchiusa e se lo prese in bocca.
Un sogno che si è realizzato. Da allora non dorme mai sola,neppure quando suo marito non è in casa.

ricerche relative

| anzianevogliosedicazzo

Lascia un Commento

Lascia un Commento