la ragazza del mio amico

nel 1997 avevamo circa 20 anni.la ragazza del mio amico di nome ginetta era qualcosa di meraviglioso, molto bella alla pari delle bellissime show girl della tv.alta 1.78 perfettissima, soda, un corpo spettacolare grazie al molto nuoto che praticava, occhi verdi e capelli biondi lunghi naturali davvero splendenti e solari, solo a tette aveva una seconda ma il corpo era da urlo come il viso,culo e cosce da capogiro, una vera cavalla.I miei amici mi dicevano che era una troia e quando andava alle disco si sballava e si scopava più ragazzi di nascosto dal suo fidanzato peraltro mio migliore amico.di questo non volevo crederci,

tanto era il mio rispetto per il fidanzato e mio migliore amico fabio ma poi incomincia a subire le provocazioni di lei sempre di nascosto.lei incominciò a mettersi in mostra sedendosi mi faceva intravedere la figa oppure abbassandosi le tette e questo a lei piaceva perchè mi mise alla prova fin a che punto resistevo e tradivo l’amicizia del mio amico.a mare mentre lei andava sott’acqua a pesca, lei in perizoma aveva un culo inimmaginabile bellissimo e si inchinava davanti a me a provocarmi.era una cavallona bionda.resistetti allora e mi limitavo a farle qualche complimento poi lei voleva che le spalmassi la crema abbronzante e a me venne un cazzo come un missile ma resistetti.a casa sua lei mi provocava simulando di uscire nuda dal bagno perchè le sembrava di aver visto un ratto, quando la vidi così stavo per svenire ma mi trattenni.il mio amico aveva piena fiducia in me ed io non volevo deluderlo, quindi non ci pensavo a farmi la sua ragazza strabella e provocatrice.gli altri miei amici continuavano a dirmi che solitamente quando lei usciva con il ragazzo poi quest’ultimo si doveva ritirare a casa per riposarsi poichè all’indomani mattino doveva alzarsi presto per andare al lavoro e riponeva fiducia in questi amici che passavano a casa della sua fidanzata ovvero ginetta e andavano nei vari locali dove lei si sballava e se li scopava ed io di tutto questo continuavo a non volerci credere.una sera ginetta con fabio e altri 3 amici vennero a casa mia per giocare a monopoli.ad una certa ora fabio dovette andarsene come al solito poichè si sarebbe alzato presto l’indomani mattino.rimanemmo a casa io, ginetta e questi 3 amici.durante il gioco si bevve un po’ di alcol come piaceva a lei e quindi disse che andava nella stanza a fianco a distendersi un po’ sul letto.noi maschi continuammo a giocare ma dopo un po’ uno si alzò e andò nella stanza a fianco dove c’era ginetta (la cavalla bionda superfiga).dopo un po’ anche un altro si alzò e andò nella stanza a fianco.rimasi solo a giocare con l’ultimo che era rimasto me a questo punto ci incuriosimmo e ci chiedemmo che cosa facessero gli altri due che erano andati nella stanza a fianco e non avevano fatto ritorno.fu così che ci alzammo e andammo nella stanza a fianco e vedemmo che sull’enorme letto vi era distesa ginetta a pancia in giu’ molto euforica e quei due che le avevano alzata la gonna dove figurava un culo spettacolare con perizoma, davvero un capolavoro.rimasi stupito ed incerto perchè quella era la ragazza del mio migliore amico e dissi a loro cosa cazzo stessero facendo e loro dissero “non vedi che questa bella cavallona vuole divertirsi? dai dillo pure tu ginetta” e ginetta ridendo rispose “dai non fare il timido, lo so che lo vorresti fare con me, perciò non esitare”.io pensavo sempre al mio migliore amico però mi avvicinai al letto e l’accarezzai le cosce e il culo spettacolari, ma esitavo ancora e ricordavo a tutti che era la ragazza del mio migliore amico ma quelli mi risposero che per loro questa era una bella cavalla e che non era la prima volta che se la sbattevano con molta gioia di lei.rimasi attonito ancora però avevo il cazzo straduro.ad un certo punto le sfilarono il perizoma ed uscì una figa da capolavoro bionda che rimasi sbalordito.quando vidi così mi attreversò un’eccitazione di calore ed eccitazione per tutto il corpo che non capivo più contegno e mi dissi “al diavolo il migliore amico mio, adesso mi spompo fino al consumarmi tutto nel sbattermi questa bella puledra”.gli altri 3 uscirono il cazzo di fuori, ed anche io.ginetta mi disse ridendo “finalmente ti sei sbloccato!”.la leccammo millimetro per millimetro tutto il suo corpo dalla punta delle dita dei piedi fino alla testa visto che lei si era denudata tutta.era magnifica. le leccammo per tantissimo tempo figa e culo e tette, cosce che la incominciammo a farla venire gia così. dopo incominciò a farci qualche succhiotto ai nostri uccelli, dopo lei si mise a pecora ed incominciò il bello con: penetrazione a turno figa-bocca, culo-bocca,e doppia penetrazione figa-culo con cazzo in bocca.lei era super eccitata e mega maiala.scopammo per circa 4 ore facendo di tutto ed io venni 3 volte di cui una volta in culo,l’altra in figa, e una in viso.quasi uguale fecero gli altri 3 amici me ci fu pure qualcuno che venne per 4 volte.quando lei era a pecora facemmo a gara a chi ritardava nel venire scopandola di figa e ricordo che lei rimase in quella posizione per circa 50 minuti.vi giuro che lei godette da morire ma aveva una figa che era diventata di un rosso fuoco a forza delle ripetute penetrazioni.la porcata maggiore che facemmo fu che il mio amico prese il telefono di lei e chiamò il fratello di lei mentre quest’ultima non se ne accorse.successe quindi che quando rispose il fratello della cavallona disse “pronto ginetta, che c’è?” ma non gli giungeva risposta di lei ma solamente il rumore del cazzo con le palle che urtavano fortemente al culo di lei, in quanto il telefono l’avevamo accostato al culo e si sentiva “pla pla pla pla pla con i mugolii di lei che le piaceva dire sono una maiala, una porca etc…” ed i nostri schiamazzi e piccole risate.il fratello di lei capì quindi che la sorella si stava facendo sbattere per bene e dopo aver detto qualche frase ingiuriosa riattaccò il telefono.lei ci spompò di brutto ed aveva una resistenza tremenda che solo dopo 4 ore lei disse basta che si era spompata del tutto pure lei.in quelle 4 ore la inondammo di sborra e ci pulivamo subito per iniziare nuovamente.dopo quella volta non ho piu’ avuto occasione di scopare in gruppo ma ginetta da sola continuai a scoparmela di brutto, alla FACCIA DEL MIO MIGLIORE AMICO!!!!la carne è debole e quando una è troia è troia.DIO CHE CAVALLA!scusami ancora Fabio mio carissimo amico ma la tua Ginetta era proprio una porcona!!!

ricerche relative

| racconti erotici sculacciata dalla suocera

Lascia un Commento