la pompa è con il culo !

la mia amante si chiama Claudia e la chiamano la culona.ha un culo grande sodo e ben separato nel mezzo fino alla parte superiore. le due chiappe risultano due grosse mele unite dalla rotondità spesso incorniciate da un reggicalze e sottolineate da un perizoma che tuttavia lascia intravedere il buco roseo e ciccioso. Dopo molti anni la convinco a venire ad una delle feste organizzate da miei amici dove spesso si trovano situazioni intriganti.Ovviamente la preparo dicendole che qualcosa dovrà fare e che non sono geloso perchè è solo sesso sano sesso.Lei sorride un pò e acconsente pensando di fregarmi infatti Claudia ha le mestruazione e non me lo dice.

Poco dopo in una stanza entriamo e vediamo una donna impegnata in un orgia con tre uomini.La donna chiede di unirci a loro.Lei dice che è mestruata e rifiuta.Io non riesco a resistere perchè la donna è impegnata a fare pompini ai tre con il culo verso di me .Entro e mi tolgo i pantaloni e le infilo il mio cazzo duro in fica scopandola alla pecorina. Claudia mi tiene per mano , non vuole, mi minaccia con gli occhi ,è infastidita.Le ricordo che è solo sesso allora si piega su un grosso cazzo rimasto orfano mi guarda e lo inizia a leccare come fosse un gelato.
Pensa di sfidarmi e guardandomi lo inghiotte aprendo tutta la bocca,lo circonda con la lingua avvolgendolo in una morsa stretta slappando le labbra sugli umori del cazzo e giocherellando con gli umori viscosi. Io intanto eccitato riverso nella fica della donna una prima ondata di sperma avendo l’accortezza di venire almeno in gran parte nel buco della donna che avrà una trentacinquina d’anni che mi sembra avvezza ad assaporare cazzi in tutti i buchi. Claudia è sempre più incazzata perché con la fica tappata risulta come avesse un handicap del resto è un abile pompinara ma la sua arte è il muoversi sopra con un cazzo dritto nella fica.
Mi guarda ancora con gli occhi pieni d’odio , è gelosa lo si vede , si avvicina e mi prega di andare ed io le rispondo che ho appena iniziato.Lei raccoglie lo sperma versato nel buco della donna, prende umori dalla sua fica se lo spalma come una crema nel suo buco di culo e inizia a sedersi sul cazzo più grosso con il culo rivolto verso di me.Si lascia cadere con il peso nel cazzo che affonda nel suo ano scomparendo del tutto.
Inizia uno spegnimoccolo di culo fenomenale che attirra tutte le attenzioni. Ogni tanto lo tira fuori per far vedere il buco aperto e lo tiene aperto con le mani per poi rimetterlo dentro mentre viene di culo si vede chiaramente le contrazioni che aprono e chiudono il culo sfondato. Il ragazzo ha uno orgasmo lungo e prolungato ed esclama ‘la tua troia fa le pompe con il culo.Sapete’, rivolgendosi agli altri, ‘è come se ti facesse un pompino con il culo contraendosi sembra aspirarti il succo dalle palle ‘, ‘Si fa i pompini con le chiappe’ esclama il secondo dopo averla sodomizzata a pecorina. Lei si sente al centro dell’attenzione e prende il mio cazzo in bocca un po’ per sfida e un po’ per dirmi ‘non ti arrabbiare ! vedi c’è chi apprezza e le sborro in bocca ,anzi no nel viso perché si fa schizzare in volto per far arrapare i maschi leccandosi la sborra ai lati della bocca offrendo la bocca ai cazzi liberi che pronti impegnano a turno la bocca. E’ tutta sborrata in faccia in culo, dalla fica sporge l’assorbente interno qualcuno lo toglie e la scopa mischiando sangue e sperma e imbrattandola tutta. Le piscio nelle chiappe dicendole che è una gran troia. Da allora non è la mia amante ma la scopo ancora con gli altri.Non era poi così seria ma chissà forse mia moglie si sarebbe comportata allo stesso modo nelle medesime condizioni

ricerche relative

| racconti punizioni in convento

Lascia un Commento