La cugina di mia moglie 3

Salve dopo i primi due racconti non credevo di ripetermi nuovamente, ci sono stati altri incontri tra di noi in segreto, incontri rubati, ma quello che è successo recentemente non pensavo mai potesse accadere. Recentemente dopo la chiusura delle scuole con mia moglie mia figlia la cugina di mia moglie e sua figlia siamo andati insieme a Gardaland, viaggio insieme in auto e alloggio in hotel a Peschiera, ma non credevo che potesse accadere nulla e invece…
Arrivati a Peschiera la prima sera non è accaduto nulla di particolare e la mattina seguente siamo andati tutti

a Gardaland il famoso parco divertimenti, entrati abbiamo iniziato a fare i giri sulle varie attrazioni ma ad un certo punto mia moglie ha detto che alcune di queste le mettevano paura, addirittura il trenino su monorotaia tanto per farvi capire che ben presto lei ci aspettava fuori dall’attrazione mentre io la cugina e le bambine facevamo i giri divertendoci, ovviamente quando entravamo in alcune attrazioni dove ci si doveva sedere affiancati per due capitava sempre che mandavamo le bambine avanti e noi due restavamo dietro per sederci vicino, ovviamente le mie mani la stuzzicavano continuamente e lei pure giocava con me, ad un certo punto mentre eravamo all’interno de la valle dei re (gli egizi) molto buio intorno, ho osato e ho tirato fuori il cazzo dai pantaloncini e lei subito lo ha preso in mano e a un certo punto si è chinata a succhiarlo, per fortuna non c’era nessuno dietro di noi, nonostante il suo impegno non sono riuscito a godere e quando siamo usciti ho dovuto nascondere la mia eccitazione con la borsa che portavo a tracolla e mia moglie non si è accorta di nulla, dopo siamo andati alla nave dei corsari e anche lì siamo entrati noi con le bambine e al buio ha ripreso subito a menarmi il cazzo per farmi godere e quando ha sentito che stavo per venire si è chinata con la bocca per bere tutta la mia sborra calda, quando siamo usciti mi sentivo molto sollevato ma anche molto incazzato perchè avevo voglia di scoparla, la sera siamo rientrati in albergo e dopo cena e quattro chiacchiere buonanotte e ognuno in camera propria, il giorno dopo c’è stato il bis di quanto accaduto il giorno prima, ricco pompino da parte sua con bevuta, rientrati la sera in albergo dopo esserci cambiati per andare a cena mia moglie ha detto che aveva un forte mal di testa per cui se volevamo uscire noi lei sarebbe rimasta in albergo, abbiamo cenato tutti insieme nel ristorante sotto l’albergo e dopo cena mia moglie è tornata subito in camera mentre io la cugina e le bambine siamo rimasti fuori, le bambine giocavano tra loro e noi due chiacchieravamo del più e del meno, e tra quel più e meno le ho anche detto che avevo una voglia matta di scoparla e che non vedevo l’ora di tornare a Roma per poter restare solo con lei e anche lei era daccordo con me anche se avrebbe voluto farlo subito, ma il caso ci stava dando una mano, sua figlia ad un certo punto ha iniziato a dire che aveva sonno e voleva andare a letto e anche mia figlia ha detto la stessa cosa, lei mi ha sussurato in un orecchio di rimanere lì che sarebbe salita lei con le bambine e così ha fatto ha portato le bambine su in camera e io sono rimasto lì con un eccitazione che saliva sempre di più anche se non sapevo cosa poteva accadere…
ad un certo punto la vedo tornare da sola, mia figlia era andata a letto e mia moglie già dormiva e sua figlia appena toccato il letto era crollata immediatamente, ci siamo allontanati dall’albergo per poterci sbaciucchiare e dopo poco ha ripreso a succhiarmi il cazzo ma eravamo all’aperto e io avevo voglia di scoparla, allora lei mi ha detto di seguirla in camera sua, ma come avremmo fatto con sua figlia? nessun problema lei dorme come un sasso, siamo saliti in camera sua e infatti la bambina dormiva pesantemente la stanchezza di due giornate di divertimento si facevano sentire, però non volevo certo scopare in camera con la figlia presente anche se addormentata, quindi entrammo nel bagno e chiudemmo la porta per sicurezza, lei si inginocchiò subito a terminare il pompino iniziato ma io volevo scoparla dal giorno prima, la spogliai e mi spogliai velocemente e senza nessuna altro preambolo la feci sedere sul bordo del mobile-lavabo, fortunatamente ampio e comodo, e allargatole le gambe che le feci appoggiare sopra le mie spalle glielo infilai direttamente nella fica che comunque era molto bagnata, iniziai a scoparla così per pochi minuti la mia voglia era troppa e le schizzai tutta la mia sborra dentro la fica, qualche minuto di riposo in cui non la lasciai in pace ma la coprii di baci leccate e morsichetti e quando sentii che il mio cazzo stava iniziando a risvegliarsi iniziai a strusciarlo sopra la sua fica fradicia, lei lo prese nuovamente in bocca per intostarlo al massimo e quando fù pronto se lo rimise in fica, doveva godere anche lei e godette almeno tre volte, dopodichè lo sfilai da quella fica ormai allagata e lo puntai sul suo culetto che non oppose molta resistenza, si era bagnato molto con i sui umori e la mia sborra che erano scivolati giù dalla sua fica, e così iniziai ad incularla poi volle cambiare posizione e si mise a pecora appoggiando le tette al lavabo, ripresi ad incularla con foga fino a quando non mi liberai nuovamente dentro al suo culo riempiendola come non mai, tirato fuori il cazzo lo riprese in bocca per ripulirlo per bene, dopo mi baciò sulla bocca e mi disse buonanotte domani torniamo a Roma e la prossima settimana ci prendiamo una giornata tutta per noi, stò aspettando che mi dica quale giorno….

Lascia un Commento