La cognata che non ti aspetti

Come tutti i mercoledì ci vediamo a casa mia per fare un pò di moto, infatti ho allestito una stanza con degli attrezzi per il fitness. Siamo generalmente io mio cognato mia moglie e mia cognata. Due mercoledì prima di Pasqua ci ritrovammo, come altre volte visto che mia moglie e il fratello erano in fiera per la loro attività, solo io e mia cognata; una sventola di donna 46 anni fisico da ventenne quarta di seno un gran bel culo mora occhi neri alta 175 cm, proprio un gran bel pezzo di figa con un piccolo difetto è esageratamente timida.

Ci tengo a precisare che fra me e mia cognata, vista anche la sua grande timidezza, non c’è mai stato nulla. Quel giorno stavo facendo Cyclette e lei arriva si va a cambiare e cosa noto…. la troia si era messa una maglietta corta senza reggiseno e un paio di panta collant bianchi trasparenti da dove si vedeva un perizoma nero piccolissimo. Non vi nascondo che ebbi un sussulto e il mio cazzo si era già messo in allerta. Cominciò a fare degli esercizi di riscaldamento e messa davanti a me vidi il suo bel seno con dei capezzoli esagerati……il mio pisellone ebbe un erezione e il gonfiore dei pantaloncini era evidente, cercai di nascondere il gonfiore ma mia cognata mi scese a pecorina con le gambe belle larghe avevo il cazzo che voleva uscire…..
Mia cognata mi si mise di fianco dove c’era la panca e buttando l’occhio si accorse del mio stato, l’imbarazzo di entrambe si leggeva nelle nostre faccie, presi coraggio e gli dissi scusami ma oggi mi fai uno strano effetto. Lei non staccava gli occhi dal mio grande gonfiore, possedendo un bel cazzo di 27 cm, non persi tempo e mi posizionai davanti a lei e mi sfilai i pantaloncini e lo slip. Lei rimase ancora di più sbalordita, mi guarda e mi dice non avevo mai visto un coso così grande, io mi avvicinai e gli dissi toccamelo senti come è duro; indugiò e pensai non lo farà mai, invece lo prese con la mano ma non riuscì a strigerlo bene, e cominciò a menrmelo lentamente….. era fantastico mia cognata che mi menava il mio cazzone. Scesi con le mani verso le tettone sode e comincia a giocare con i capezzoli, lei ebbe un sussulto ma lo stupore fu quando con molta delicatezza scese verso la cappella e cominciò a leccarla e poi a succhiarla ero fuori di testa….ad un certo punto lo ingoio e lo fece scomparire tutto dentro la sua bocca e cominciò a spompinare in modo celestiale…..avevo voglia di scaricare tutto lo sperma in bocca stavo per arrivare ma non sapevo se lei gradisse, a mia moglie grande pompinara piace tantissimo, provai a toglierlo ma lei aumento il ritmo e gli scaricai tutto in gola……. cazzo come godevo….. Dopo che mi ebbe ripulito tutto mi disse leccami la figa e poi sfondamelae così feci avevo l’uccello già pronto per impalarla e dopo aver lubrificato la fighetta depilata e il culetto gli infilai il cazzone dentro…..urlava di piacere e poco dopogià ebbe il primo orgasmo continui per parecchio poi la misi a pecora e via di nuovo dentro e mentre ero così gli dissi adesso ti sfondo il culetto. Mi disse che aveva paura non l’aveva mai fatto e visto il mio arnese temeva che gli facessi male….. comincia a lubrificarla mentre la continuavo a scopare gli infilai un dito in culo ed ebbe un primo sussulto stavo per venire di nuovo e lei si accorse, ma continuai a sfondarle la figa bella larga e con un orgasmo dietro l’altro…. volevo uscire e sborragli in bocca ma mi disse vienimi dentro ti prego vienimi dentro…….. non finivo si sborrare…….ci riposammo un attimo quando mi disse non farmi male quando mi prendi il culo e prima di finire la frase lo prese in bocca lo bagno per bene….. si mise di nuovo a pecorina e mi disse sfondami….. feci una fatica enorme aveva il buchetto molto piccolo ma piano piano la impalai mi accorsi che piangeva, ma poi lentamente cominciò ad ansimare e urlare di piacere stava godendo la troia come mai aveva fatto mi eccitava da morire ero pronto a sborrare di nuovo la presi per le tettone e spinsi fino a più che potevo lei venne due, tre volte le mie palle le sbatteva nella figa fradicia di umori….. ero al massimo gli scaricai tutto quello che avevo sborrai copiosamente…. lo estrassi e lei si giro e me lo pulì per bene…….che grande scopata….. da quel mercoledì abbiamo raddoppiato le sedute anche il sabato ci vediamo visto che mia moglie e mio cognato hanno una attività e il sabato siamo sempre soli. Alla prossima

ricerche relative

| racconti di inculate con scorreggie

Lascia un Commento